Palermo - Centro Astalli

Fin dal 2002, in occasione della realizzazione di una serie di incontri del Progetto Finestre in alcune scuole medie superiori di Palermo, si è formato un gruppo di volontari del CEI (Centro Educativo Ignaziano) particolarmente sensibili al tema dell'immigrazione e disponibili a realizzare iniziative concrete in favore dei numerosi immigrati presenti in città.

Il primo servizio proposto dal Centro Astalli a Palermo è stato la scuola di italiano, presso la sede del CEI. La risposta è stata molto positiva (in poco tempo si sono superate le duecento iscrizioni) e sono state attivate sette classi di cinque diversi livelli. Viene data inoltre l'opportunità di frequentare un corso per la preparazione al conseguimento della Licenza Media Inferiore, nonchè un corso base di computer.

Per accompagnare gli immigrati nelle faticose tappe del loro percorso di integrazione in città, nel 2005 è stata istituita un'Agenzia Multifunzionale, finanziata dal progetto "Immigrazione, integrazione, intercultura" della Provincia Regionale di Palermo. L'agenzia offre uno sportello di orientamento legale e un servizio di doposcuola per minori immigrati, che ha sede presso la nuova succursale di Piazza SS. Quaranta Martiri.

Nei primi mesi del 2005 è stato allestito anche un ambulatorio medico, nell'ambito di un progetto realizzato in collaborazione con il Centro Astalli di Catania e finanziato dalla Regione Sicilia: l'obiettivo è offrire un'assistenza sanitaria di base, ma soprattutto agevolare la fruizione delle strutture esistenti, che spesso risulta difficoltosa a causa di ostacoli burocratici, linguistici e culturali.

Infine, da novembre 2006, la sede di Piazza SS. Quaranta Martiri ospita anche un Centro di prima accoglienza, che offre servizi giornalieri di docce e di lavanderia, consulenza legale e smistamento di offerte/domande di lavoro, seppure nella ristrettezza che il mercato locale impone.